Se “Il Fatto Quotidiano” recensisce “Binario Zero”

Se “Il Fatto Quotidiano” di oggi parla di “Binario Zero. Storie da fogliodivia”, due sono i motivi possibili: che i giornali italiani sono definitivamente i crisi, tanto da recensire anche il nostro libro; che c’è sempre più bisogno di toccare ed affrontare temi come la povertà, perché le storie di chi popola le pagine di “Binario Zero”, in tempi come questi, non sono poi corecensioneilfattosì tanto lontane dalle nostre comodità, dalle nostre certezze, e ci fanno sempre più paura. Qui di seguito, l’articolo pubblicato dal quotidiano diretto da Marco Travaglio a firma di Caterina Minnucci.

MICHELE stringe un’infinità di buste tra le mani. Rifiuta di mangiare alle mense dei poveri perché “le mie buste non me le fanno entrare. E se me le rubano?”. Khaled è stordito. Ha un dubbio: “Foggia is it Italy?”. Alì prende il suo bicchiere di latte e un pugno di biscotti, è stato baciato dalla fortuna: “Ho l’asilo politico, ho un regolare permesso di soggiorno” – e almeno per il momento può vivere tranquillo. La stazione centrale è deserta, sono le 10 di sera: Giovanni è pronto per il suo comizio politico. Storie vere che riguardano tutti. Pagine da consumare, raccolte dalla redazione di “Foglio di Via”, il grido di chi vive ai margini della società. E una parte del ricavato delle vendite servirà a sostenere l’allestimento di un dormitorio per senza fissa dimora a Foggia.

Caterina Minnucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.